Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Tecniche di caratterizzazione delle popolazioni di Ungulati (curriculum faunistico, a scelta)

Oggetto:

Techniques for the characterization of wild Ungulate populations (wildlife curriculum, optional)

Oggetto:

Anno accademico 2018/2019

Codice dell'attività didattica
SVE0163
Docenti
Prof. Luca ROSSI (Responsabile)
Dott. Dominga SOGLIA (Affidatario)
Dott. Paolo TIZZANI (Affidatario)
Anno
3° anno
Tipologia
A scelta dello studente
Crediti/Valenza
12
SSD dell'attività didattica
AGR/17 - zootecnica generale e miglioramento genetico
VET/06 - parassitologia e malattie parassitarie degli animali
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Scritto con orale a seguire
Prerequisiti
Cultura generale e cultura di base in ambito zoologico. Attitudine all'attività fisica in ambiente esterno. Cansapevolezza dell'obbligo di partecipazione ad almeno il 50% delle ore previste di attività esercitativa. Consapevolezza che le uscite didattiche in esterno possono comportare modiche spese di trasferimento a carico dello studente.
Propedeutico a
Non prepedeutico ad altro
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento concorre alla realizzazione dell'obiettivo formativo del Corso di Studio in PGAAS: 1) fornendo allo studente le basi concettuali ed alcuni esempi sull'utilizzo della genetica di popolazione ai fini della gestione e conservazione delle popolazioni di Ungulati; 2) avvicinando lo studente alla conoscenza teorico-pratica di morfologia, biologia, habitat (comprensivo dei segni di frequenza), principali fattori limitanti e distribuzione delle 7 specie di Ungulati selvatici presenti sul territorio nazionale; 3) permettendo allo studente di acquisire le nozioni fondamentali per l'utilizzo, a livello professionale, dei Sistemi Geografici Informativi (GIS) per la gestione faunistica, dalla raccolta, organizzazione, stoccaggio e rappresentazione dei dati spaziali all'organizzazione degli stessi mediante sistemi informativi territoriali. Si ritiene che un ulteriore obiettivo formativo sia rappresentato dal fornire agli studenti gli strumenti tecnici e culturali, il linguaggio ed una prima esposizione alla realtà di campo necessari per l'identificazione, la sorveglianza e la futura gestione delle più comuni problematiche legate alla presenza di popolazioni di Ungulati selvatici.   

The course is functional to the teaching objective of the Bachelor in that: 1) it provides the student with the concept framework and some examples of the use of population genetics for the management and conservation of Ungulates; 2) it launches the student to the theorethical and practical knowledge of the morphology, biology, habitat (including  presence signs), limiting factors and distribution of the 7 Ungulate species in Italy; 3) it permits the student to get in touch with fundamental notions for the use of GISs applied to wildlife management, from spatial data collection, organization, stocking and representation to the their organization by means of geographic information tools. A further objective is equipping the students with the technical and cultural tools, the language and a first exposure to field experiences, which are deemed necessary for the identification, surveillance and future management of the most common problems related to the presence of Ungulate populations.   

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Oltre ad aver acquisito le conoscenze proprie dell'insegnamento, lo studente dovrà: aver compreso i principi dell'utilizzo della genetica di popolazione nella gestione faunistica; aver acquisito una conoscenza applicata della morfologia, biologia e habitat degli Ungulati selvatici presenti in Italia; aver acquisito le tecniche per determinare in modo oggettivo, tanto in vitam come post-mortem, il sesso e le classi d'età degli Ungulati selvatici; essere in grado di rilevare in modo corretto le misure biometriche di Ungulati previste dalle attuali normative sulla caccia; essere in grado di riconoscere le evidenze di un episodio di predazione ai danni di un Ungulato; essere in grado di eseguire prelievi di sangue, organi e tessuti da Ungulati cacciati e di identificarli e conservarli in modo corretto ai fini della sorveglianza sanitaria; essere in grado di utilizzare i Sistemi Geografici Informativi a fini professionali.  

Inoltre, lo studente dovrà aver acquisito le competenze di cui al Portfolio del CdS, voci GENET 13-14 e PARAS 25-28


Besides gaining knowledge of the theoretical contents of the discipline, the student is expected to: understand the principals of the use of population genetics in wildlife management; gain an applied knowledge of the biology, morphology and habitat of the Ungulates in Italy; gain the techniques to professionally determine, in vitam and post mortem, the sex and the age classes of Ungulates; be able to correctly take the biometric measurements mentioned in current hunting regulations; be able to identify the evidence of a predation event of an Ungulate; be able to collect blood and tissue samples of culled Ungulates, and identify them in view of health surveillance surveys; be able to professionally use GISs foe wildlife management purposes.

In addition, the student is bound to gain the competences listen in the Portfolio under headings: GENET 13-14 and PARAS 25-28.    

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Il Corso Integrato si compone di 12 CFU per un totale di 144 ore, di cui 58 di lezioni teoriche e 86 di esercitazioni. Le attività per i vari MD sono così distrubuite:

MD Identificazione degli Ungulati a fini di gestione e sorveglianza sanitaria: 72 ore, di cui 30 teoriche e 42 di esercitazioni, come segue: 6 uscite su campo, 6 uscite dedicate ad attività presso un Centro di Controllo della Fauna, 2 uscite dedicate ad una visita presso un laboratorio di tassidermia e 10 ore dedicate ad attività in laboratorio con dimostrazione di materiale osteologico;

MD Principi di genetica della Conservazione: 24 ore, di cui 10 di di teoria, 4 ore di attività pratiche in laboratorio dedicate all'analisi molecolare dei campioni biologici, 8 ore in laboaratorio infrormatico dedicate alla gestione dei dati e all'analisi dei paramentri genetici utilizzando le principali risorse infromatiche disponibili, 2 ore dedicate alla presentazione delle caratteristiche genetiche delle principali specie di ungulati selvatici e della loro gestione genetica.

MD Utilizzo dei Sistemi Informativi Geografici (GIS) in Biologia della Conservazione: 30 ore dedicate ad attività in laboratorio informatico, dedicate alla gestione di dati spaziali e alla risoluzione di casi studio mediante l'utilizzo di software GIS. In particolare, le esercitazioni verteranno sui seguenti argomenti: 1) Utilizzo base degli strumenti GIS; 2) Digitalizzazione di vettori; 3) Georeferenziazione di immagini; 4) Operazioni di geoprocessing; 5) Analisi spaziali; 6) Produzione di mappe tematiche.   

 

The Integrated Course is composed of 12 CFUs, 144 hours in total, 58 hours in form of lectures and 86 hours in form of practicals.

MD Principals of Conservation Genetics:24 hours, 10 in form of lectures and 14 in form of practicals, as follows: 4 laboratory hours dedicated to the molecular analysis of biological samples; 10 computer laboratory hours dedicated to the management of genetic data and the analysis of genetic parameters using the principal information resorces available; 2 hours dedicated to the presentation of the genetic characteristics of Ungulates and their genetic management. 

MD Identification of Ungulates for management and health surveillance purposes: 72 hours, 30 in form of lectures and 58 in form of practicals, as follows: 10 laboratory hours for demonstration of osteologic material; 6 wildlife spotting excursions; 6 visits to wildlife check stations; a visit to a taxidermy laboratory.

MD Use of Geographic Information Systems (GIS) in Conservation Biology: 48 hours, 18 in form of lectures and 30 in form of practicals, as folows: 30 computer laboratory hours, dedicate to the management of spatial data and the solving of case studies by means of GIS software. In particular, exercises will deal with use of GIS tools, digitalization of vectors, geopositioning of images,  geoprocessing operations, spatial analyses and production of thematic maps.  

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

 

L'esame consiste in una prova scritta che, se superata, dà accesso a due prove pratiche, da sostenersi nello stesso giorno o in giorni successivi dello stesso appello. La prova d'esame consiste in un test a 15 domande, a risposta multipla e e aperte, di cui 5 di Genetica e 10 di Riconoscimento e gestione.  Ad ogni domanda risposta correttamente viene attribuito il punteggio di 2/30. Non sono previste penalità per le risposte errate. La prima prova pratica consiste nel riconoscimento di sesso e classe di età di un bovide e di un cervide a partire da diapositive o video, e nell'attribuzione dell'età di un bovide o cervide a partire, rispettivamente, da una mandibola o un astuccio corneo. A ciascuno dei tre elementi della prova pratica è attribuito un punteggio fino a 10/30. La seconda prova pratica consiste in un esercizio che prevede l'utilizzo di software GIS e in un colloquio orale sulla soluzione elaborata dallo studente. La votazione finale è rappresentata dalla media aritmetica della prova scritta e delle due prove pratiche, qualora la sufficienza sia stata raggiunta in tutte e tre.

E' previsto un esonero per la parte di Genetica. Ove superato, lo studente potrà non sostenere le relative 5 domande dell'esame scritto finale e presentarsi allo stesso con un punteggio già acquisito compreso fra 6 e 10/30. 

The final exam is structured in a written test (15 MCQ and open questions) and two practical tests, to be held in the same or the following day. Of the questions, 5 will deal with Genetics and 10 with Ungulate Identification and Management. Each correct answer will be valued 2/30. No penalty will be applied to wrong answers. The practical test will deal with sex and age class identification in a bovid and a cervid Ungulates (two slide or video based questions + a jaw or horn based question). Each sex and age identification test will be valued up to a maximum of 10/30. The second practical test consists of a GIS based excercise followed by a debate on the solution elaborated by the student. The final votation of the exam is the arithmetical average of the written and the two practical tests, provided sufficiency (18/30) has been reached in each test.

An interim test will be offered for the MD Principals of Conservation Genetics. If passed, students will be exempted of the 5 Genetics questions on occasion of the final written test and will bear 6 to 10/30 to add.

 

 

Oggetto:

Attività di supporto

I non sono previste attività di supporto, fatta salva la disponibilità a chiarimenti via email o dietro appuntamento, da parte dei docenti.

on request, lecturers will offer support to individual students by appointment or via email.

Oggetto:

Programma

MD Identificazione degli Ungulati a fini di gestione e sorveglianza sanitaria - Rassegna degli Ungulati presenti in Italia: Elementi su morfologia, biometria, valutazione dell'età, distribuzione, preferenze ambientali, uso dello spazio, demografia, principali problematiche gestionali e di conservazione di Cervo, Capriolo, Daino, Camoscio, Muflone, Stambecco e Cinghiale. Tecniche di rilevamento biometrico. Tecniche di prelievo di campioni biologici da ungulati cacciati. Riconoscimento dei segni di presenza. Riconoscimento dei segni di predazione. Elementi di tassidermia. 

MD Principi di genetica della Conservazione - Polimorfismi genetici e loro analisi; descrizione  statica e dinamica delle popolazioni;  Equilibrio di Hardy-Weinberg e fattori di disturbo (selezione, mutazione, deriva genetica, migrazione, consanguineità); Evoluzione molecolare; Genetica ecologica e della speciazione.

MD Utilizzo dei Sistemi Informativi Geografici (GIS) in Biologia della Conservazione - Dal dato alla sua rappresentazione ed elaborazione: hardware, databases, software open-source, introduzione ai sistemi informatici e informativi. Gestione di dati di interesse biologico: organizzazione logica di dati, basi di dati piatte e relazionali, basi di dati nella gestione faunistica e in biologia della conservazione. Elaborazione di dati territoriali e faunistici: nozioni di base di cartografia tradizionale, principali software GIS proprietari ed open-source, modelli di dati raster e vettoriali, panoramica delle principali fonti di dati geografici disponibili sul web, principali operazioni di geoprocessing, casi studio sull'utilizzo di software GIS per la gestione della fauna selvatica e nella biologia della conservazione.


MD Principals of Conservation Genetics: Genetic polimorphysms and their analysis; Static and dynamic description of animal populations; Hardy-Weinberg equilibrium and disturbing factors (selection, mutation, genetic drift, migration, inbreeding); Molecular evolution; Ecology and speciation genetics.

MD Identification of Ungulates for management and health surveillance purposes: Review of the Ungulates in Italy; Elements of morphology, biometry, age determination, distribution, habitat preferences, space use, demography, principal management and conservation issues of Red deer, Roe deer, Fallow deer, Northern Chamois, Mediterranean Mouflon, Alpine ibex, Wild Boar. Biometry techniques; Techniques for collection of biological Samples from culled Ungulates; Identification of presence signs; Identification of predation signs; Elements of taxidermy.

MD Use of Geographic Information Systems (GIS) in Conservation Biology: From raw data to representation and elaboration: hardware, open-source software, introduction to informatic and information systems; Management of data relevant to biological sciences; Logic organization of data, flat and relational databases, databases in wildlife management and conservation biology; Elaboration of geographic and wildlife data: basic elements of traditional geography, main propriatory and open-source GIS softwares; models of raster and vectorial data, overview of the principal sources of geografic data on the web; principal geoprocessing operations; casa studies on the use of GIS software in wildlife management and conservation biology.  

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

Materiale e appunti forniti dai docenti (comprensivo di due testi originali con abbondante iconografia, disponibili in versione pdf). Inoltre si consigliano i seguenti due testi:

G. Amadio (2012). Introduzione alla geomatica. Floccovio Ed., 384 pp.

L. Casagrande et al. (2012). GIS Open Source. Floccovio Ed., 224 pp.   

Teaching material (including ppt presentations and two books in pdf format, with rich iconography) is provided by lecturers.

Consultation of the fore mentioned two books is also suggested:

G. Amadio (2012). Introduzione alla geomatica. Floccovio Ed., 384 pp.

L. Casagrande et al. (2012). GIS Open Source. Floccovio Ed., 224 pp. 



Oggetto:

Note

Nessuna

None

Oggetto:

Moduli didattici

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 16/11/2018 16:37
Non cliccare qui!