Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Gestione e prevenzione delle patologie degli animali in allevamento (curriculum zootecnico)

Oggetto:

Management and Prophylaxis of Health Problems in Farm Animals (curriculum in Animal Husbandry & Production)

Oggetto:

Anno accademico 2014/2015

Codice dell'attività didattica
VET0221
Docenti
Dott. Daniele DE MENEGHI (Responsabile)
Prof. Patrizia NEBBIA (Affidatario)
Dott. Claudio BELLINO (Affidatario)
Prof. Rosangela ODORE (Affidatario)
Dott. Giuseppe PIROMALLI (Affidatario)
Anno
3° anno
Tipologia
Corso integrato
Crediti/Valenza
8
SSD dell'attività didattica
VET/05 - malattie infettive degli animali domestici
VET/07 - farmacologia e tossicologia veterinaria
VET/08 - clinica medica veterinaria
VET/09 - clinica chirurgica veterinaria
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Scritto
Prerequisiti
Esistono alcuni prerequisiti minimi per frequentare il CI e capirne i contenuti; inoltre sono previste alcune propedeuticità per poter sostenere l’esame di profitto (es. CI VET0211 e VET0215. In particolare lo studente deve possedere le seguenti nozioni fondamentali:
elementi di Microbiologia, Epidemiologia, Malattie Infettive e Parassitarie degli Animali; Biochimica, Fisiologia e Patologia Veterinaria; Farmacologia e Tossicologia Veterinaria; Zootecnia Generale.
Propedeutico a
n/a
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

Il presente Corso Integrato è composto da quattro Moduli Didattici (MD):  MD1 (VET00221A-elementi di profilassi delle malattie infettive); MD2 (VET00221D-elementi di chirurgia); MD3 (VET00221B-prevenzione dei rischi sanitari); MD4 (VET00221C-utilizzo del farmaco negli allevamenti) della durata complessiva di 96 ore, di cui 54 ore di lezione e 42 ore di esercitazioni/attività pratiche, per un totale di 8 CFU.

Gli obiettivi formativi generali del C.I. sono quelli di fornire allo studente -futuro Tecnico Zootecnico/Esperto in produzioni animali- le nozioni fondamentali e conoscenze di base per poter successivamente affrontare le problematiche della gestione e prevenzione delle malattie negli animali in produzione zootecnica. Gli obiettivi didattico-formativi specifici dei singoli M.D. (MD1-MD2-MD3-MD4) sono i seguenti: 

MD1: fornire nozioni fondamentali su profilassi e controllo delle più importanti malattie degli animali, incluse le zoonosi (nota: pur trattandosi principalmente di malattie infettive, i modelli di trasmissione e le strategie di prevenzione/controllo a queste applicabili, possono essere di riferimento anche per alcune malattie parassitarie); fornire nozioni principali su legislazione veterinaria italiana ed internazionale (per es. R.P.V., codice zoo-sanitario OIE);

MD2: fornire allo studente le competenze di base necessarie ad affrontare e risolvere le diverse problematiche chirurgiche inerenti all’allevamento degli animali da reddito

MD3: fornire allo studente una capacità minima di tipo clinico per individuare gli animali ammalati; fornire le nozioni di base della patologia di massa intesa come rapporto tra fattori di rischio, gestionali e non, individuabili mediante una approfondita anamnesi ambientale, e lo sviluppo di patologie nella mandria;

MD4: fornire nozioni fondamentali relative alla cinetica ed alla dinamica dei principali farmaci che rivestono un ruolo importante nelle produzioni animali ed utilizzati nella gestione dell’allevamento; fornire nozioni di base circa la normativa vigente sull’utilizzo dei farmaci negli animali da reddito e cenni riguardo la tossicità di alcuni pesticidi e micotossine.

Tali obiettivi vengono in parte perseguiti attraverso la trattazione di argomenti trasversali tra i vari moduli e concordati tra i docenti (es. mastiti bovine, infezioni respiratorie, farmacoresistenza, ecc.)

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Gli obiettivi formativi generali e specifici sopradescritti  sono ritenuti adeguati per sviluppare  -attraverso l’integrazione delle attività didattiche teoriche, di quelle pratico-esercitative e di quelle di tirocinio- i risultati di apprendimento attesi che soddisfino quanto previsto dai descrittori di Dublino.

I risultati attesi di apprendimento riguardano l’acquisizione di competenze tecnico-professionali finalizzate alla corretta applicazione dei più moderni approcci e metodi finalizzati alla gestione e prevenzione dei principali processi patologici/malattie negli animali in allevamento zootecnico, utilizzando un approccio integrato e trasversale (interdisciplinare).

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE

Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito conoscenze e capacità di base necessarie per affrontare in modo il più possibile autonomo la gestione delle principali problematiche sanitarie negli animali in produzione zootecnica (ref. descrittore 1: capacità ottenibili attraverso la formazione curricolare teorica -ed in parte pratica- e verificabile tramite il superamento dell’esame di profitto)

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE

Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito capacità nel risolvere i problemi pratici/reali in allevamento applicando conoscenza e comprensione, capacità  verificabile attraverso attività di tipo pratico, ed eventuale attività successiva di tirocinio, oltre al superamento dell’esame di profitto.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito autonomia di giudizio nel valutare i problemi pratici/reali in allevamento; tale capacità viene verificata  durante le esercitazioni  di tipo pratico, nell'ambito di alcuni moduli, in cui vengono proposte  attività di problem-solving.

ABILITÀ COMUNICATIVE
Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito adeguate abilità comunicative, in prima istanza nel rapporto con compagni di corso, con i docenti, ma soprattutto con gli allevatori;  tale abilità viene potenziata e verificata nel corso  delle uscite didattiche su campo.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
Lo studente dovrà dimostrare di aver appreso le basi della gestione/prevenzione delle patologie  in allevamento e di essere in grado di sviluppare anche un'ulteriore approfondimento ed apprendimento autonomo; tale capacità è verificabile sia attraverso il superamento dell’esame di profitto, sia tramite  l'osservazione e la valutazione puntuale del livello di partecipazione/interazione discente-docente e discente-discente durante discussioni e svolgimento di attività di problem solving.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

Gli obiettivi e le skills descritte vengono verificati, oltre che nel corso delle esercitazioni pratiche, durante la prova finale (esame di profitto)

test a risposta multipla: 31 domande, con 3-4 opzioni di risposta, una sola opzione è corretta; 7-8 domande per ciascun M.D. Le domande sono relative ai principali argomenti svolti durante le unità didattiche dei 4 MD (sia lezioni teoriche, sia attività pratiche/esercitazioni/uscite didattiche in allevamento) modalità di attribuzione punteggio finale (in 30esimi): 1 p.to per ogni risposta corretta, -0,25 p.ti per risposte errate, nessuna penalità per "non risposta"; N.B. è necessario rispondere correttamente ad almeno metà delle domande di ciascun M.D.

Oggetto:

Attività di supporto

Eventuali ripassi sono effettuati su richiesta degli studenti, nell'ambito di singoli MD,  anche in base alla valutazione del(i) docente(i).

Oggetto:

Programma

Il programma complessivo del C.I. viene descritto suddividendolo in base ai singoli Moduli Didattici

MD1- La lotta contro le malattie infettive nella legislazione italiana ed internazionale; profilassi e controllo di alcune malattie ad eziologia batterica e virale (sia a trasmissione diretta, sia  vettoriale) quali ad esempio: afta epizootica, artrite-encefalite caprina, rabbia, brucellosi, tubercolosi, paratubercolosi, principali infezioni da batteri sporigeni; le malattie sopraelencate sono proposte esclusivamente come modelli di malattia, la cui trattazione sarà di volta in volta soggetta a specifica selezione ed approfondimento, anche in relazione all’evoluzione della situazione epidemiologica, a livello nazionale ed internazionale, delle singole malattie.

MD2- Studio delle principali lesioni degli animali da reddito con particolare riferimento alle malattie del piede. Alterazioni congenite e malattie del piede bovino, pareggio funzionale e terapeutico, prevenzione delle malattie digitali. Analisi delle problematiche chirurgiche nell’allevamento del suino; 

MD3- I principali segni di malattia negli animali d’allevamento e  le opportune indagini dirette ed indirette per saperli individuare. Esame dell’allevamento per individuare in modo corretto i fattori di rischio (diagnosi di causa) in presenza di patologie che coinvolgono più animali in una mandria. La registrazione dei dati nella gestione sanitaria di una mandria. Concetti sul controllo delle pratiche gestionali per ridurre i rischi sanitari.

MD4- Farmacognosia, farmacodinamica, farmacocinetica, vie di somministrazione ed effetti collaterali di chemioantibiotici, Farmaci antiinfiammatori non steroidei; β-Agonisti, Ormoni steroidei; Prostaglandine;  Antiparassitari. Cenni di legislazione sul farmaco e farmacologia regolatoria (residui, MRL, tempi di attesa). Valutazione degli effetti biochimici e endocrini indotti dalla somministrazione fraudolenta di “anabolizzanti” nelle specie in produzione zootecnica. Principali forme farmaceutiche utilizzabili in animali in allevamento zootecnico. Fonti di intossicazione, tossicodinamica, e tossicocinetica di alcuni pesticidi e micotossine.

Gli argomenti affrontati nelle unità didattiche (parte teorica) dei diversi MD sono poi integrati da attività pratiche sia in aula sia su campo e/o in allevamento, sotto forma di seminari, esercitazioni, simulazioni, presentazioni casi studio/problem solving, ecc. Tali attività sono principalmente finalizzate al completamento della preparazione curriculare, ma vengono utilizzate dai docenti anche per valutare -seppur in maniera soggettiva- il raggiungimento delle conoscenze/capacità/abilità minime attese, di un sufficiente livello di abilità comunicativa, automomia di giudizio e capacità potenziale di ulteriore approfondimento autonomo.

 

I docenti del CI hanno previsto un percorso didattico i cui contenuti siano il più possibile integrati e trasversali: sono infatti stati identificati alcuni argomenti principali di sanità (es. gestione e prevenzione della patologie respiratorie ed intestinali;  mastiti; problematiche podologiche, ect.) nell'ambito delle principali tipologie di allevamento zootecnico. Tali argomenti, che riguardano in particolare i bovini, suini, ovi-caprini ed in parte gli equini,  sono trattati in maniera trasversale, per es. le mastiti sono affrontate dal punto di vista dell'eziologia, della patogenesi, degli aspetti clinico-gestionali e della terapia.  

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

appunti dei docenti, disponibili alla personal webpage dei docenti o su Campusnet

I testi consigliati, eventuale bibliografia e/o sitografia di riferimento sono elencati all'interno del materiale didattico fornito dai singoli docenti dei MD, disponibile online all'url http://www.clproduzionianimali.unito.it/

Oggetto:

Moduli didattici

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 14/05/2015 11:43