Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Alimentazione animale e tecnica mangimistica (attivo dal 2013/2014)

Oggetto:

Anno accademico 2012/2013

Codice dell'attività didattica
VET0214
Docenti
Prof. Achille SCHIAVONE (Responsabile)
Dott. Giorgia MEINERI (Affidatario)
Corso di studi
[f010-c701] Laurea 1° livello in Produzioni e Gestione degli Animali in Allevamento e Selvatici (DM 270 - nuovissimo ordinamento)
Anno
2° anno
Tipologia
Corso monodisciplinare
Crediti/Valenza
6
SSD dell'attività didattica
AGR/18 - nutrizione e alimentazione animale
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

Fornire, a livello teorico e pratico, le competenze necessarie:

-    per la gestione dell’ alimentazione degli animali domestici in allevamento intensivo ed estensivo;

-    per esercitare attività di consulenza o di assistenza nell’ambito del settore della nutrizione animale,

-    per compiti gestionali nell’industria mangimistica.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine del corso lo/la studente deve essere in grado di:

- stabilire la relzione tra tipi di alimenti somministrati e modulazione del metabolismo animale

- essere in grado di riconoscere i principali aliemnti zootecnici e le relative caratteristiche nutritive

- essere in grado di formulare una dieta per animali monogastrici e ruminanti

- essere in grado di motivare le ragioni sottese al tipo di formala elaborata per ciascuna categoria animale

- essere in grado di valutare l'attendibilità delle fonti bibliografiche scelte per ricavare informazioni relative all'alimentazione animale.

 

L'accertamento delle conoscenze avviene attraverso:

- prove in itinere con test a risposta multipla per l'accertamnto delle conoscenze teoriche di base

- prova in itinere di tipo pratico volta a valutare la capacità di riconoscimento deglia liemnti zootecnici e la formulazione di diete per animali (tramite software)

Oggetto:

Attività di supporto

Le attività di esercitazione (a gruppi di 30-40 persone) consentono un contatto diretto con il docente e un dialogo continuo che consente di sviluppare spirito critico e autonomia nello svolgimento delle formule dei mangimi.

Durante il corso viene dedicata una lezione alle modalità di realizzazione delle ricerche bibliografiche e una riflessione collettiva sull'attendibilità delle fonti disponibili in rete, inotlre vengono forniti gli strumenti di lettura di un articolo scientifico (illustrando il valore delle diverse sezioni: introduzione, amteriale e metodi, risultati, discussione, conclusione).

Oggetto:

Programma

Utilizzazione digestiva e metabolica delle sostanze alimentari: carboidrati, proteine, lipidi, minerali e vitamine.

Analisi di laboratorio per la valutazione della qualità nutrizionale degli alimenti (centesimale e HPLC).

Energia degli alimenti e valore nutritivo: metodi di valutazione ed unità di misura.

Esigenze nutritive degli animali nelle differenti condizioni fisiologico-produttive: mantenimento, crescita, riproduzione e produzione (carne, latte e uova).

Alimenti: foraggi (foraggi verdi, insilati e fieni), cereali e relativi sottoprodotti, concentrati proteici, radici, tuberi e relativi sottoprodotti, additivi.

Alimentazione e  razionamento (aspetti teorici e pratici) delle principali specie in allevamento zootecnico: bovini, ovini, caprini, equini, suini, avicoli e conigli. 

Aspetti relativi alla relazione tra alimentazione animale e qualità e salubrità dei prodotti di origine animale.

Principi di legislazione in materia di alimentazione animale.

 

Principi di alimentazione degli animali d’affezione: cane e gatto.

Organizzazione e funzionamento dello stabilimento mangimistico: ricezione, trasporto, dosaggio dei componenti, miscelazione, pellettatura, sbriciolatura, melassatura, grassatura, estrusione, fioccatura, micronizzazione, fabbricazione delle scatolette.

Materie prime destinate alla produzione di mangimi: standard di controllo, contaminazioni, adulterazioni e sofisticazioni.

Prodotti finiti: confezionamento e trasporto.


Argomenti delle esercitazioni:

Calcolo (manuale e mediante computer) dei fabbisogni e delle razioni per gli animali.

Riconoscimento degli alimenti zootecnici.

Formulazione di mangimi per monogastrici e ruminanti da reddito.

Attività guidate nell’azienda zootecnica.

Esercitazioni presso il CISRA (mangimificio)

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

- Dispensa del Prof. Ladetto “Nutrizione ed alimentazione animale”

- Dispensa del Prof. Mussa “Tecnica Mangimistica”



Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 28/06/2013 15:56
Non cliccare qui!