Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Zootecnica speciale

Oggetto:

Animal husbandry and production

Oggetto:

Anno accademico 2016/2017

Codice dell'attività didattica
VET0209
Docenti
Dott. Mario MATTONI (Responsabile)
Dott. Liviana PROLA (Affidatario)
Anno
2° anno
Tipologia
Corso monodisciplinare
Crediti/Valenza
9
SSD dell'attività didattica
AGR/19 - zootecnica speciale
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Prerequisiti
Due propeduticità sono state recentemente approvate dal Consiglio di Corso di Laurea, Fisiologia ed Anatomia degli animali domestici.
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

Fornire conoscenze di base inerenti:

1)    le caratteristiche morfo-funzionali delle specie seguenti: bovina, suina, ovina e caprina finalizzate all’analisi, ottimizzazione e valorizzazione delle produzioni animali,

2)    le tecniche di allevamento per le seguenti specie: bovina, suina, ovina e caprina

3)    i fattori genetici ed gli elementi gestionali che influenzano quali-quantitativamente le produzioni animali ed i  prodotti di origine animale,

4)    valutazione della produttività nell’allevamento dei bovini (latte e carne) suini ed ovi-caprini (latte carne)

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Alla fine del corso essere in grado

1)  di esercitare un analisi critica del processo produttivo nel settore dell'allevamento degli animali domestici elemento essenziale per esercitare in futuro consulenze tecniche e/o di assistenza presso le aziende zootecniche

2) comprendere i ruoli gestionali e di supporto tecnico nel settore della filiera produttiva dei bovini da latte e da carne, della suinicoltura e degli avicaprini

La verifica dell'acquisizione dei concetti sopra elencati avverra tramite esame orale strutturato nel seguente modo i) Un argomento a scelta identificato dal candidato. ii) Un argomento che consenta ampie esposizioni logico-tecniche iii) Un argomento più strettamente tecnico-nozionistico iv) Un eventuale ultimo argomento da utilizzare di volta in volta, per meglio definire la votazione finale o rimandare il candidato alla sessione successiva.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

Oggetto:

Attività di supporto

Le esercitazioni verranno svoplte su due piani distinti i) Una serie di visite presso la Struttura Didattica Speciale (CISRA) strettamente tecniche. ii) Un'uscita didattica presso un azienda zootecnica che allevi bovini o suini

Oggetto:

Programma

  • MD Principi di produzioni animali

Concetti di base e definizioni. Composizione e distibuzione del patrimonio zootecnico mondiale con particolare rifereimento alle seguenti specie: bovina, suina, ovina e caprina . I prodotti di origine animale in Italia e nella CEE.

Produzione della carne: il processo produttivo e la valutazione quali-quantitativa delle carcasse.

Produzione del latte: la scelta e l'allevamento della bovina da latte, impianti e tecniche di mungitura. La gestione della riproduzione.

Principi di bioclimatologia.

Elementi basilari del benessere degli animali in allevamento. Riferiti alla gestione  con elemnti di legislazione.

Metodiche d’allevamento non convenzionale, biodiversità e zootecnia di montagna.

Marchi di qualità e sistemi di valorizzazione dei prodotti.

Principi di impatto ambientale delle produzioni zootecniche.

  • MD Zootecnica speciale I

Bovini.  Filogenesi e distribuzione della specie bovina su scala globale, continentale, nazionale e regionale. Concetti e definizioni di base

Principi di zoognostica: caratteristiche morfologiche della specie bovina: dentizione, tavola dentaria, le corna, gli unghioni, i mantelli, la mammella e principali regioni zoognostiche.

Cenni sull’edilizia zootecnica, e macchinari d’azienda.

Stabulazione e strutture: tipologia di stabulazioni, problematiche ed attrezzature, la mungitura: tecniche di funzionamento ed igiene degli impianti.

Produzione della carne: cenni di alimentazione, lo svezzamento del vitello, il vitellone  da carne, il vitello a carne bianca.  Accrescimento e  valutazione qualitativa e quantitativa delle carcasse.

Produzione del latte e derivati: curva di lattazione, tecniche ed impianti di mungitura.

Lo svezzamento della manza: da latte e da carne,  la pubertà, e l’entrata in produzione. Il ciclo riproduttivo della bovina: il ciclo estrale, le tecniche di riproduzione, e cenni sulle biotecnologie.

La scelta del toro riproduttore su base morfo-funzionale, comportamentale e delle attitudini riproduttive. Il ciclo produttivo della vacca da latte e della linea vacca-vitello

Cenni sulle principali tecnopatie nell’allevamento bovino: mastiti e principali malattie metaboliche

Materiale e pratiche zootecniche: castrazione, decornazione, cura del piede, la marcatura. Cenni legislativi sulla movimentazione degli animali.

Elementi e controllo del benessere degli animali di interesse zootecnico: valutazione e legislazione.

Tipologie di allevamento, biodiversità e allevamenti non convenzionali, zootecnia in aree marginali

Cenni sulle produzioni in ambienti tropicali e sub-tropicalidi bioclimatologia.

Principi di impatto ambientale delle produzioni zootecniche

  • MD Zootecnica speciale II

Gli ovi-caprini. Filogenesi e distribuzione della specie ovina su scala mondiale, europea, nazionale e regionale.

Le principali razze di ovini e di caprini.

Principi di zoognostica: caratteristiche morfologiche della specie ovina e caprina, dentizione, tavole dentaria, le corna, il piede, i mantelli, la mammella e principali regioni zoognostiche.

Cenni di alimentazione. Stabulazione e strutture: tiplologia di stabulazioni, e tipologie di allevamento. Problematiche delle attrezzature, la mungitura: tecniche ed igiene delle mungitura. Materiale e pratiche zootecniche: castrazione, decornazione, cura del piede.

Il ciclo produttivo degli ovi-caprini. Gli ovi-caprini da latte e da carne. La pubertà, l’entrata in produzione, della pecora da latte e da carne: il ciclo riproduttivo, il ciclo estrale, le tecniche di riproduzione, cenni sulle biotecnologie.

Svezzamento e agnello e capretto da latte, l’agnellone, l’agnello pesante, il castrato: ciclo produttivo, rese alla macellazione, tecniche metodiche di macellazione, la valutazione delle carcasse.

Ariete e becco: selezione e valutazione dei riproduttori su base genetica e morfo-funzionale, cenni sull'utilizzo del Best Linear Umbiased Production (Animal Model).

La lana: caratteristiche, produttività, utilizzazione.

I suini. Filogenesi e distribuzione della specie suina su scala mondiale, europea, nazionale e regionale.

Le principali razza suine.Principi di zoognostica: caratteristiche morfologiche della specie suina.

Cenni di alimentazione. Le differenti tipologie dell’allevamento suino, l’allevamento del suino all’aperto.

Gli ambienti della porcilaia, edilizia e destione, la demografia del nucleo produttivo.

Il ciclo produttivo del suino pesante e leggero, la macellazione e rese alla macellazione

Principi di sanità aziendale in porcilaia.

Cenni di alimentazione i vari stadi produttivi e gli alimenti loro scopo ed utilizzo

Materiale e pratiche zootecniche: castrazione, limatura dei denti, ecc.

La scrofetta:  introduzione, entrata in produzione,  e gestione della riproduzione.

La scrofa: il ciclo produttivo la gestione della riproduzione, il parto, la produzione del latte.

I suinetti: svezzamento, selezione, riapparentamento, balie.

Il verro selezione e gestione. Le biotecnologie nell’allevamento suino.

MODALITA D'ESAME

La prova d'esame consiste in un esame orale, con un argomento scelto dal considato ed una serie di domande inerenti le tre specie trattate: bovina, suina ed ovi-caprini

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

Materiale didattico presentato a lezione e fornito dai docenti alla fine del corso. Il materiale deve essere inteso esclusivamente come linea guida per lo studente.

- Bittante G. et al., Tecniche di produzione animale, Liviana Editrice.

- Monetti P.G., Appunti di suinicoltura, Girali editore.

- Succi G., Hoffmann I., La Vacca da Latte, Città studi edizioni.

- SucciG., Zootecnia speciale, Città studi edizioni.

- Monetti Piergiorgi, Appunti di bovinicoltura e Appunti di suinicoltura, Cristiano Giraldi ed.

- Bertacchini F., Manuale dell’allevamento suino, Ed agricole

Per la parte di ovinicoltura a scelta fra:

- Ovinicoltura, Unapoc

- L’allevamento ovino, Associazione nazionale della pastorizia (Roma)

Materiale didattico presentato a lezione e fornito dai docenti alla fine del corso. Il materiale deve essere inteso esclusivamente come linea guida per lo studente.

- Bittante G. et al., Tecniche di produzione animale, Liviana Editrice.

- Monetti P.G., Appunti di suinicoltura, Girali editore.

- Succi G., Hoffmann I., La Vacca da Latte, Città studi edizioni.

- SucciG., Zootecnia speciale, Città studi edizioni.

- Monetti Piergiorgi, Appunti di bovinicoltura e Appunti di suinicoltura, Cristiano Giraldi ed.

- Bertacchini F., Manuale dell’allevamento suino, Ed agricole

Per la parte di ovinicoltura a scelta fra:

- Ovinicoltura, Unapoc

- L’allevamento ovino, Associazione nazionale della pastorizia (Roma)



Oggetto:

Note

Il corso è articolato in una serie di 60 ore di lezioni frontali, corredate da 12 ore di esercitazioni pratiche da svolgersi presso l'azienda zootecnica delle Struttura Didattica Speciale  e presso un'azienda zootecnica esterna. 

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 20/05/2016 11:51
Non cliccare qui!